Rimpiangeremo presto la pax americana

Il Wikistorm continua a produrre effetti devastanti anche se l’amministrazione Obama minimizza. Washington fa bene a non drammatizzare, ma ciò che si sta producendo per la diplomazia Usa va ben oltre l’imbarazzo politico. E se in Italia tutto sembra ridursi a gossip, se pur politico-diplomatico con un teatrale riconoscimento di stima e amicizia, nel resto del mondo il terremoto continua. Il sito “spiffera tutto” di Julian Assange ha fatto dei danni alla diplomazia di Washington che solo col tempo si potranno valutare con precisione. Intanto la fuga di notizie ad opera di Wikileaks è la ragione del trasferimento dei rappresentanti diplomatici americani compromessi dai documenti pubblicati. Lo sostengono fonti anonime interne al dipartimento di Stato che hanno rilasciato alcune dichiarazioni alla stampa, apparse ieri negli Usa, precisando che Washington trasferirà diplomatici, militari e agenti dell’Intelligence. Il trasferimento riguarda tutto il personale delle ambasciate americane nel mondo che ha espresso giudizi critici su i capi dei governi locali. (clicca su immagine per leggere l’articolo)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...